AJ TRACEY
GENIO DEL RAP PIONIERISTICO 

Il rapper di West London è noto per aver mixato generi e creato nuovi suoni vibranti. In questa intervista, ci racconta le sue ispirazioni, il suo stile e perché i mentori sono vitali.

AJ Tracey indossa il suo berretto New Era progettato su misura


Versatilità sembra una parola strana da associare a un rapper, ma AJ Tracey non è il solito rapper. Da quando ha lanciato il suo album di debutto nel 2019, si è definito un artista senza limiti. Ha fatto melodie rap ma anche garage britannico, trap, hip-hop, bangers da club e persino un suo ibrido di musica country con chitarre, archi e 808 (vedi "Country Star"). A ciò si aggiungono le sue collaborazioni con T-Pain, Kehlani, Skepta, Mabel, Headie One, Stormzy, Aitch e Not3s... solo per citarne alcuni. Ora, con il secondo album (FLU GAME ha raggiunto il #2 nelle classifiche del Regno Unito ad Aprile) e il tour FLU GAME previsto per l'inverno, non c'è modo di prevedere dove arriverà questo fantasioso West Londoner.

"Ascoltavo molto garage nel Regno Unito", ha dichiarato in un'intervista a New Era in cui ha cercato di spiegare tutti i generi che ispirano il suo suono. "Ho avuto tante influenze, diverse tra loro. Ecco perché il mio suono è ibrido. Mischio i generi, perché è così che sono cresciuto. Per me è davvero noioso suonare un solo genere, amico. Non ha senso per me. Se sei un artista e sei creativo, vuoi creare, quindi chiuderti in una scatola non è molto creativo,  no?"  

SCORRI VERSO IL BASSO
PER SAPERNE DI PIÙ

AJ indossa il suo berretto nero New Era dal design personalizzato bianco New Era 9FIFTY Cap



AJ ha chiacchierato con New Era come parte di un cortometraggio realizzato per le strade di West London, in cui racconta le sue ispirazioni, le influenze di stile e la passione per lo streetwear. E' uno dei tanti volti dell'esplosiva e nuova campagna Music, "The Music Generations", che celebra la storia attraverso la cultura del brand, incontrando artisti pionieri di tutti i generi, dalla band alt-pop Easy Life al leggendario Dizzee Rascal, allo stesso AJ.
AJ ha disegnato la sua collezione New Era che si ispira direttamente ai temi del basket e del suo nuovo album. Ma invece dei classici Chicago Bulls, i cappelli di AJ presentano la sua squadra immaginaria, la Revenge Athletic.
La collezione New Era x AJ Tracey include un 9FIFTY (bianco e nero), un bucket (bianco e nero), un 9FORTY (bianco e nero) e un 59FIFTY in nero e arancione.


"Ho avuto un sacco di cappeli New Era negli anni. Avevo un sacco di cose pazzesche. Il mio soprannome era Loony, quindi avevo un cappello con Bugs Bunny e le carote sopra. Avevo tutto, a dire il vero. I cappelli New Era mi sono sempre piaciuti molto... Quindi, essere in grado di creare il mio cappello è proprio tutto, perché non ho bisogno di indossarne altri", ha detto. "Questa collaborazione voglio davvero che la gente la guardi e si ispiri, tipo: yo, ero solo un bambino che indossava New Era e risparmiava tutti i suoi soldi, e ora sono qui a crearne uno per tutti."


Una cosa di cui AJ è sicuro, è che non sarebbe dove si trova oggi senza il supporto di icone che lo hanno aiutato a entrare a far parte della nuova ondata di musica rap del Regno Unito. Nomina P Money, Skepta, Novelist e molti altri come mentori e coetanei che lo hanno aiutato a farsi avanti quando ne aveva bisogno. E intende fare lo stesso per coloro che lo circondano. "Mostro solo amore, perché devi dare alle persone il meglio di te stesso mentre sono qui", ha detto. "Se vedo qualcosa che mi piace, faccio sapere che mi piace ... C'è spazio per tutti sulla scena e penso che sia bello valorizzare tutti. Quindi, questo è il tipo di percorso che sto per fare ora... positivo, giusto."

AJ Tracey indossa il suo berretto arancione 59FIFTY dal design personalizzato
AJ Tracey indossa il suo berretto 9FORTY nero dal design personalizzato
AJ Tracey indossa il suo berretto arancione 59FIFTY dal design personalizzato

ACQUISTA IL LOOK