L'evoluzione del 59FIFTY

ICONICO IN CAMPO COME FUORI

Negli anni '50, lo spirito pioneristico di New Era ha portato alla realizzazione del leggendario cappellino su misura 1950. Ne è seguita una rivoluzione. Una rivoluzione nello stile. Una rivoluzione nel colore, e quello che era iniziato come un'uniforme sportiva divenne un simbolo di espressione personale.

Ciò che è iniziato 95 anni fa come una passione per l'artigianato, l'abilità e la collaborazione, ora è un'icona culturale. Un marchio comprende bene che una taglia non è mai unica. La diversità è ciò che ci portiamo dietro. Un retaggio che vive in ogni singolo cappellino. L'instancabile ricerca da parte di un marchio del design, della qualità e dell'innovazione ha portato a un fenomeno globale.

Nel 1954 è nato il modello 59FIFTY su misura. Harold Koch (seconda generazione della proprietà di New Era) ha chiamato il cappellino con il nome del rotolo di tessuto utilizzato. Veniva anche chiamato in maniera informale "Brooklyn Style".

Negli anni '80, New Era ha sperimentato il marketing diretto lanciando una pubblicità su "The Sporting News", offrendo dei cappellini da baseball su misura professionali a chiunque avesse inviato una banconota o un ordine da $12,99. La risposta fu impressionante e contribuì a far crescere la domanda per le licenze in tutta l'America del Nord per ovviare alle richieste dei fan. Una telefonata di Spike Lee nel 1994 poi ha cambiato per sempre la storia del cappellino su misura. Ha richiesto un inimmaginabile cappellino rosso dei New York Yankees e, quando la richiesta è stata soddisfatta dall'attuale CEO, Chris Koch,

Il cappellino 59FIFTY è balzato alla ribalta della moda della cultura streetwear. Da allora, il 59FIFTY è diventato un'icona in tutto il mondo.